co.re.com. sicilia: apre la nuova sede di catania

CO.RE.COM SICILIA

APRE LA NUOVA SEDE DI CATANIA

Il presidente Di Vuolo: “Un’opportunità per tutti i consumatori siciliani”

 

PALERMO, 24 GIUGNO – Aprirà dopo l’estate la sede del Co.Re.Com Sicilia a Catania. Dall’Amministrazione regionale è arrivata la comunicazione ufficiale dell’assegnazione di due stanze per lo svolgimento delle proprie funzioni presso la sede della Regione nel capoluogo etneo. Il presidente della Regione Rosario Crocetta firmerà il documento nel corso della prossima seduta di Giunta.”Scopo del Co.Re.Com – spiega Di Vuolo – è quello di aiutare i cittadini a risolvere le controversie con le compagnie di telecomunicazioni. È per questa ragione che siamo particolarmente fieri di essere riusciti nell’importante obiettivo di avvicinare la pubblica amministrazione alla gente. Un altro obiettivo che, come Comitato, ci eravamo ripromessi e, con tanto sforzo, siamo riusciti a realizzare”.L’intenzione di aprire una sede del Co.Re.Com Sicilia a Catania era stata annunciata dal presidente Ciro Di Vuolo già all’inizio dell’anno, con la promessa di renderlo operativo entro il 2016, e nasce dalla precisa volontà del Comitato regionale per le Comunicazioni di non discriminare, nell’accesso ai servizi del Co.Re.Com (conciliazioni, definizioni, ROC), tutti quei siciliani che sono residenti nella zona orientale e sud-orientale dell’Isola.Il Co.Re.Com Sicilia è punto di riferimento per i cittadini nel caso di disservizi con il gestore telefonico, internet o di televisione a pagamento. Nel 2015 sono state quasi tremila le istanze di conciliazione ricevute dagli uffici di via Magliocco a Palermo, con un significativo incremento rispetto al 2014. Più della metà delle istanze si è conclusa con esito positivo e i consumatori siciliani si sono visti redistribuire più di 535 mila euro (sotto forma di indennizzi, rimborsi, stralci o altro). Spesso, inoltre, le conciliazioni si sono risolte positivamente con accordi pre-udienza tra le parti. In più, tra i soggetti che sempre più spesso si rivolgono al Corecom per la risoluzione di controversie ci sono gli enti locali, che ottengono così importanti risultati in termini si spending review.“Il servizio svolto dal Co.Re.Com, è totalmente gratuito per il cittadino ed è quindi un servizio fondamentale per i consumatori. L’apertura di una sede distaccata a Catania, la cui importanza è stata più volte evidenziata all’amministrazione regionale, è, quindi, un grande vantaggio per tutti i siciliani”, ha concluso Di Vuolo.

Sede Corecom Sicilia

Nuovo insediamento al Co.Re.Com. Sicilia

COMUNICATO STAMPA

CO.RE.COM. SICILIA

SI INSEDIA MARIA ANNUNZIATA ASTONE

Docente ordinario dell’Università di Messina, prende il posto dell’uscente Salvatore Librizzi

PALERMO, 17 GIUGNO – Cambio nel comitato del Co.Re.Com. Sicilia: Maria Annunziata Astone, docente ordinario dell’Università degli Studi di Messina, si è insediata oggi al posto dell’uscente, Salvatore Librizzi, avvocato di Capo d’Orlando.

“Ringraziando l’avvocato Librizzi per l’impegno svolto in questi anni per il Co.Re.Com. Sicilia e per il percorso fatto insieme – ha detto il presidente Ciro Di Vuolo durante il comitato di questa mattina – diamo il benvenuto alla professoressa Astone, che siamo certi darà un importante contributo per lo sviluppo del Co.Re.Com. E per lo svolgimento dei nostri compiti istituzionali”.

Maria Annunziata Astone, avvocato messinese, è professore ordinario di Diritto privato presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Messina.

Comitato Corecom Sicilia

Elezioni Amministrative 2016: Avviso Ballottaggio

A seguire, le informazioni relative ai ballottaggi.

Avviso ballottaggio

3° convegno ‘Oltre lo schermo’

COMUNICATO STAMPA

OLTRE LO SCHERMO

IL PUBBLICO DEI MINORI TRA CONSUMO TELEVISIVO E CULTURA DIGITALE

L’incontro di studi organizzato da Corecom Sicilia e Università degli Studi di Palermo

PALERMO, 31 MAGGIO – L’informazione locale è il vero plus delle tv locali, reale risorsa strategica attorno alla quale viene ideata e realizzata la maggior parte della produzione televisiva. In questo quadro, i bambini non sono più audience di interesse per gli editori e i direttori di testata.

È quanto è emerso all’incontro di studi “Oltre lo schermo. Il pubblico dei minori tra consumo televisivo e cultura digitale”, organizzato dal Corecom Sicilia e dall’Università degli studi di Palermo, che si è svolto allo Steri di Palermo.

Secondo lo studio della ricercatrice Ilaria Ventura Bordenca, in un quadro di forte crisi economica, riassestamenti aziendali e conseguenze del passaggio al digitale terrestre, i responsabili delle tv siciliane sono concordi nel ritenere che la vera offerta, per oggi e per il futuro, è garantire l’informazione sulle notizie locali, non solo a livello regionale ma anche iper-locale: fatti di quartiere, di città, di strada, di area provinciale.

Ma in un’offerta che complessivamente predilige l’informazione, lo sport e i talk show con ospiti, sempre a dimensione locale, il pubblico è dichiaratamente adulto, sopra i 30-40 anni. Pochi giovani quindi seguono l’emittenza locale, soprattutto in un contesto di amplissima offerta culturale su tutti i canali del digitale terrestre e del satellitare.

“Per uscire dalla crisi però – sottolinea Ciro Di Vuolo, presidente del Corecom Sicilia – bisogna investire su qualcosa di nuovo, di inedito. Si può fare molto per i più piccoli, ma serve la volontà degli editori di rischiare e puntare lì dove c’è attualmente un vuoto”.

In un quadro di forte concorrenza e alti costi per produrre programmi ad hoc di qualità, quasi nessuna delle tv siciliane al momento realizza programmi dedicati ai minori o pensati con  e per loro, se non in pochissimi casi e sempre in collaborazione con le scuole. È infatti tramite il filtro delle istituzioni scolastiche o delle associazioni sportive e musciali che tendenzialmente i ragazzi entrano nel circuito delle tv o come autori-ideatori (ad esempio, per i tg dei ragazzi) o come partecipanti (in dibattiti su temi di attualità, quiz game, talent show).

L’idea per il futuro potrebbe essere quella di recuperare quello che accadeva fino agli anni 90 quando alcune emittenti riuscivano a trasmettere cartoni animati e a produrre, in qualche caso, programmi contenitore pomeridiani.

Oltre_lo_schermo

Oltre lo schermo: L’incontro di studi Corecom Sicilia e Unipa

COMUNICATO STAMPA

OLTRE LO SCHERMO

IL PUBBLICO DEI MINORI TRA CONSUMO TELEVISIVO E CULTURA DIGITALE 

L’incontro di studi organizzato da Corecom Sicilia e Università degli Studi di Palermo

PALERMO, 27 MAGGIO – Il 31 maggio 2016 alle 15.30, nella Chiesa di Sant’Antonio Abate allo Steri di Palermo, il Corecom Sicilia e l’Università degli studi di Palermo organizzano l’incontro di studi “Oltre lo schermo. Il pubblico dei minori tra consumo televisivo e cultura digitale”.

Alla luce delle recenti trasformazioni della children television, del crescente uso di strumenti digitali da parte dei più piccoli e, parallelamente, dei cambiamenti del settore delle televisioni locali, l’offerta televisiva per bambini è radicalmente cambiata negli ultimi anni. L’incontro di studi, organizzato dal Corecom Sicilia, in collaborazione con il Dipartimento di Culture e Società dell’Università di Palermo, mira a fare il punto sulle tendenze nei consumi televisivi dei minori e sulla programmazione a loro dedicata, a livello nazionale e locale.

Tra i relatori, oltre agli studiosi e agli esperti del settore, provenienti da tutta Italia, anche alcuni rappresentanti delle Istituzioni. Perché oggi la tutela dei minori nella comunicazione mediatica nazionale e locale, oltre che un imprescindibile imperativo etico è anche un importante compito istituzionale.

Locandina_Oltre lo schermo

un centro antibullismo nei locali sequestrati alla mafia

COMUNICATO STAMPA

UN CENTRO ANTIBULLISMO NEI LOCALI SEQUESTRATI ALLA MAFIA

Il Corecom Sicilia sostiene l’iniziativa.

Di Vuolo: “La scuola, incubatrice di legalità”

PALERMO, 24 MAGGIO – I locali di via Giosuè Carducci a Palermo sequestrati alla famiglia mafiosa Guzzo-Campo sono stati assegnati al liceo scientifico “Galileo Galilei” e diventeranno il terzo osservatorio nazionale contro il bullismo.

Il presidente del Corecom Sicilia, Ciro Di Vuolo, ha partecipato questa mattina all’inaugurazione del centro, in cui avrà sede tra l’altro anche la web radio “Radio 100 passi”. All’evento ha partecipato anche il sottosegretario all’Istruzione, Davide Faraone.

“Un’iniziativa particolarmente significativa – ha detto Di vuolo – perché la scuola è l’incubatrice più importante della legalità. E il fenomeno del bullismo si combatte soprattutto coinvolgendo i ragazzi e creando per loro occasioni di condivisione”.

Il Corecom Sicilia ha sostenuto l’iniziativa, finanziando l’acquisto dei mezzi tecnologici necessari per lo svolgimento delle attività, nell’ambito di una duratura e continuativa collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale.

Centro_antibullismo

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2016

Richiesta di rimborso per i Messaggi Autogestiti Gratuiti

Modulo Rimborso MAG 2016

 

 

Elezioni Comunali 5 Giugno 2016

Elezioni comunali 2016 AVVISO

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 5 GIUGNO 2016

Disponibile per la consultazione / download il Verbale n.4 Sorteggio MAG

 

Verbale n. 4 – Sorteggio dei MAG 3-EC

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 5 GIUGNO 2016

AVVISO SORTEGGIO MAG

DIVIETO SONDAGGI POLITICI ED ELETTORALI