Funzioni proprie

Il Corecom è organo di consulenza dell’Assemblea e del Governo regionale in materia di comunicazione e anche organo funzionale dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni che assicura in Sicilia le necessarie funzioni di governo e controllo nella materia delle comunicazioni.

Ai sensi dell’art. 101 della legge regionale 26 marzo 2002, n. 2 e successive modifiche ed integrazioni che richiama la l.r. 12 gennaio 1993, n. 12, art. 5, è organo di consulenza dell’Assemblea regionale siciliana e della Giunta regionale in materia radiotelevisiva, in particolare, per quanto riguarda i compiti assegnati alla Regione dalle leggi nazionali n. 223 del 1990 e n. 249 del 1997.

In tale ambito il Corecom svolge, tra le altre, le seguenti funzioni:

  • esprime parere preventivo su provvedimenti che la Regione intende adottare a favore di emittenti radiotelevisive, di imprese di editorie locali e di telecomunicazioni operanti in ambito regionale;
  • formula proposte agli organi regionali ed esprime parere (richiesto dagli organi regionali o previsto da leggi e regolamenti) in materia di comunicazioni;
  • esprime parere sul piano nazionale di ripartizione e di assegnazione delle frequenze ai sensi della L. 249/1997, sui bacini di utenza e sulla localizzazione dei relativi impianti;
  • formula proposte alla concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo ed ai concessionari privati in merito alle programmazioni radiofoniche e televisive, trasmesse in ambito nazionale e locale, formula proposte ed esprime pareri sulle forme di collaborazione fra la concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo e le realtà culturali e informative della Regione, nonché sui contenuti delle convenzioni che possono essere stipulate in ambito locale con i concessionari privati,
  • propone iniziative per stimolare e sviluppare la formazione e la ricerca sulla comunicazione radiotelevisiva,
  • regola l’accesso radiofonico e televisivo regionale,
  • svolge attività di vigilanza e controllo sul rispetto della normativa in materia di “par condicio”.

 

Il Corecom, ai sensi di quanto previsto dalla L.n. 249/1997, svolge anche funzioni di vigilanza e controllo in materia di:

  • esistenza di fenomeni di interferenze elettromagnetiche;
  • rispetto dei diritti di interconnessione e di accesso alle infrastrutture di telecomunicazioni;
  • rispetto dei tetti di radiofrequenza compatibili con la salute umana;
  • rispetto della tutela delle minoranze linguistiche riconosciute nell’ambito del settore delle comunicazioni di massa.
  • Alcune delle funzioni proprie sono maggiormente impegnative e, pertanto, di seguito più dettagliatamente rappresentate.
Close