DIRITTO DI RETTIFICA

Il diritto di rettifica, così come i tentativi di conciliazione, la vigilanza sulla tutela dei minori e quella sui sondaggi, è una delle attività che l’Autorità per le Garanzie nelle Comuncazioni (Agcom), ha delegato al Corecom Sicilia, sulla base della convenzione siglata in data 1 dicembre 2011.

Il diritto di rettifica consiste nella possibilità che hanno tutti i cittadini di cui siano state pubblicate immagini lesive della loro dignità o reputazione o a cui vengano attribuiti atti o dichiarazioni non corrispondenti al vero, di richiedere la pubblicazione di proprie dichiarazioni di rettifica in condizioni paritarie rispetto alle notizie oggetto stesso della replica. La competenza del Corecom riguarda soltanto il settore radiotelevisivo regionale e non la carta stampata.

Il diritto di rettifica è normato dall’ art. 10 della L. 6/8/90 n. 223, dal DPR 27/3/92 n. 255 e dal D.Lgs. 31/7/2005 n. 177. In particolare, l’art. 32 – quinquies del D.Lgs. 31/7/2005 n. 177, così come modificato dal D.Lgs. 15/3/2010 n. 44 al comma 2, così recita:

“Chiunque si ritenga leso nei suoi interessi morali, quali in particolare l’onore e la reputazione, o materiali, da trasmissioni contrarie a verità ha diritto di chiedere al fornitore di servizi di media audiovisivi lineari, incluse la concessionaria del servizio pubblico generale radiotelevisivo, all’emittente radiofonica ovvero alle persone da loro delegate al controllo della trasmissione, che sia trasmessa apposita rettifica, purche’ questa ultima non abbia contenuto che possa dar luogo a responsabilità penali”.

Se la rettifica non viene effettuata entro 48 ore dalla data di ricezione della relativa richiesta, in fascia oraria e con il rilievo corrispondenti a quelli della trasmissione che ha dato origine alla lesione degli interessi, l’interessato può trasmettere la richiesta, unitamente a copia dell’istanza inviata all’emittente radiotelevisiva, al Corecom Sicilia.

Fatta salva la competenza dell’autorità giudiziaria ordinaria a tutela dei diritti soggettivi, nel caso in cui l’emittente, televisiva o radiofonica, analogica o digitale, o la concessionaria del servizio pubblico generale radiotelevisivo ritenga che non ricorrano le condizioni per la trasmissione della rettifica, sottopone entro il giorno successivo alla richiesta la questione al Corecom, che si pronuncerà nel termine di cinque giorni.

Se la richiesta di rettifica è fondata, il Corecom invierà la pronuncia all’emittente radiotelevisiva la quale dovrà trasmettere la rettifica entro le 24 ore successive.

Il cittadino, per avviare la procedura tramite il Corecom deve compilare il Modulo_DR e inviarlo, unitamente a copia di un documento di identità, mediante:

  • Raccomandata A/R
  • Fax al n. 091 7075492
  • Posta elettronica certificata (PEC): corecomsicilia@pec.it
  • Consegna a mano nei locali del Corecom Sicilia siti in Via G. Magliocco 46 Palermo, nei seguenti giorni: martedi e giovedi ore 09,30 – 12,30; mercoledi ore 15,30 – 17,30.